Storia - AUDAX

Vai ai contenuti

Menu principale:

Società





La società canottieri AUDAX di Paradiso fu fondata il 27 settembre 1927 da sei giovani del Comune : Pino Arigoni, Osvaldo Ciceri, Ettore Roncoroni, Bruno Foglia ed Eugenio Lisdero.
La riunione ebbe luogo al Ristorante San Salvatore ed i sei fondatori si autotassarono di CHF 10.- a testa per sopperire alle prime spese.
L’assemblea costitutiva si svolse il 29 dicembre dello stesso anno ed il primo comitato venne così composto :

Emilio Huhn (Presidente), Gustavo Werner, Ettore Roncoroni, Pino Arigoni, Eugenio Foglia, Osvaldo Ciceri e Eugenio Lisdero.
Arnoldo Bariffi, Presidente della CC Lugano e sostenitore del nuovo sodalizio con preziosi consigli, venne nominato socio onorario.

La prima imbarcazione fu acquistata a Ginevra nel marzo del 1928 per CHF 300.-. in mancanza di un cantiere, la barca venne depositata in una baracca dei costruttori navali Castelnuovo. Il cantiere, grazie all’appoggio delle autorità comunali, venne costruito ancora nel 1928 alla Conca d’Oro.

In seguito entrarono in comitato Mario Bosia, Eros Bernasconi e l’Ing. Schatzmann (allora Direttore della Funicolare del San Salvatore).

Sotto la direzione di quest’ultimo, l’AUDAX colse i suoi maggiori successi sportivi : vittorie a Francoforte, Zurigo, Losanna Amsterdam e a Lucerna sul mitico Rotsee.

Nel 1947 la presidenza venne assunta da Mario Bosia e le affermazioni in campo cantonale e nazionale non contavano ormai più. Durante questo periodo il club potè contare sul prezioso apporto dell’allenatore Angelo Passera. In seguito fu sostituito da Felice Devittori. Sotto la sua guida l’attività sociale si intensificò ulteriormente e fu vinta la prima Coppa Svizzera di gran fondo con l’otto di punta.

Nel 1974 il cantiere venne ampliato una prima volta; l’attuale assetto definitivo è stato realizzato con una ristrutturazione del 2001 su progetto dell’arch. Adriano Mazzola, attuale Vice Presidente.

Dopo Mario Bosia, la presidenza fu assunta da Pino Arigoni e, dalla sua scomparsa, fu continuata dal figlio Eugenio che rimase al timone della società per un ventennio.

Attualmente il club è presieduto da Franco Sorlini.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu